Edificio A36

Centrale operativa SUEM - HEMS - Eliporto

L’edificio A36 appartiene al Lotto 1 e si colloca nella Zona Z01 costituita dalla Macro Area Tecnico-Logistica.

Ospita le funzioni connesse con l'organizzazione del Soccorso di Emergenza e coordinamento 118 sia per le ambulanze che per l’elisoccorso e si sviluppa su una superficie complessiva di 1.968mq, un volume di circa 10.000 mc e una altezza media di 10,50 ml. 

Sviluppato tramite processo di prefabbricazione, è strutturalmente formato da due corpi di fabbrica di forma rettangolare attigui suddivisi tra loro mediante un giunto sismico. Il primo destinato ad ospitare l’hangar per il ricovero dell’elicottero , direttamente collegato con la sede del servizio Hems-FATO e il secondo per i servizi SUEM che contiene l’autorimessa per le ambulanze e gli uffici della centrale operativa 118. 

Il volume dell'hangar si sviluppa su un unico piano fuori terra a doppia altezza la cui quota del pavimento è soprelevata rispetto al piano di campagna ed è complanare alla piazzola di atterraggio degli elicotteri. Una rampa adiacente all’edificio consente alle autoambulanze di raggiungere l’area di sosta dei velivoli ottimizzando i tempi di trasferimento del paziente al pronto soccorso.

Sul piano delle fondazioni è altresì ricavata la vasca di accumulo antincendio a servizio dell’intero complesso ospedaliero.

Il secondo corpo contiene al suo interno le funzioni principali di emergenza-urgenza. Si sviluppa su due piani fuori terra collegati da due vani scala e da un impianto ascensore. Una scala esterna collega l’hangar e l’area destinata alla partenza degli elicotteri con le aree interne all’edificio destinate alla sosta e alla preparazione dei piloti e dell’equipaggio infermieristico situate al livello B. Sullo stesso livello sono distribuiti gli uffici e i locali operativi del SUEM acusticamente e termicamente isolati dai locali posti al livello sottostante: autorimessa, depositi ad essa annessi e locale tecnico. L’ingresso alle autoambulanze si sviluppa sui due lati longitudinali dell’edificio e consente lo stazionamento per un minimo di 10 mezzi di emergenza. Sono stati previsti ulteriori spazi scoperti per lo stazionamento di ulteriori mezzi di emergenza.

L’ingresso principale è prospiciente il corpo di fabbrica che ospiterà la centrale tecnologica. Da qui si distribuiscono gli spogliatoi posti a livello A e la scala principale che, sviluppandosi su tre livelli, raggiunge il piano di copertura. Sulla copertura sono collocati i principali impianti aeraulici ed elettrici.

Modello aggregato

Modello aggregato

Livello A.jpg

Livello A

Livello B.jpg

Livello B

Livello Copertura.jpg

Copertura